Cessione del Quinto INPS

La cessione del quinto INPS è una forma di prestito personale molto diffusa in Italia, che permette ai lavoratori dipendenti pubblici e privati, ai pensionati e ai titolari di pensione di invalidità di ottenere un prestito con rate mensili decurtate direttamente dalla pensione o dallo stipendio. Ma come funziona esattamente? E quali sono i vantaggi e le possibili insidie? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Che cosa è la cessione del quinto INPS?

La cessione del quinto INPS è un tipo di prestito personale garantito, che consente di ottenere una somma di denaro da restituire attraverso rate mensili, decurtate direttamente dalla pensione o dallo stipendio. Il nome “cessione del quinto” deriva dal fatto che la rata mensile non può superare il 20% (un quinto) dell’importo netto della pensione o dello stipendio. È un prodotto finanziario molto diffuso, grazie alla sua flessibilità e alla sicurezza che offre sia al debitore che al creditore.

La cessione del quinto INPS è regolamentata da normative precise e offre diverse garanzie, come l’assicurazione sulla vita e contro il rischio di perdita del lavoro o di riduzione del reddito. Inoltre, la rata mensile è fissa e non può essere modificata per tutta la durata del prestito.

Chi può richiederla

La cessione del quinto INPS può essere richiesta da diverse categorie di persone. In primo luogo, dai lavoratori dipendenti pubblici e privati, con contratto a tempo indeterminato. In secondo luogo, dai pensionati INPS e dai titolari di pensione di invalidità. Infine, anche i lavoratori autonomi possono accedere a questa forma di prestito, a condizione di essere iscritti all’INPS.

È importante sottolineare che, per poter richiedere la cessione del quinto INPS, è necessario che il richiedente non abbia già in corso un altro prestito con cessione del quinto. Inoltre, la somma richiesta non può superare il quinto dello stipendio o della pensione netta.

Quali sono i vantaggi

La cessione del quinto INPS offre diversi vantaggi. In primo luogo, la semplicità: la procedura di richiesta è infatti molto snella e veloce. In secondo luogo, la sicurezza: grazie alla decurtazione diretta della rata dallo stipendio o dalla pensione, il rischio di insolvenza è molto basso. Inoltre, la cessione del quinto INPS offre la possibilità di ottenere un prestito anche a chi ha avuto problemi di credito in passato.

Un altro vantaggio importante è la flessibilità: la durata del prestito può variare da 24 a 120 mesi, e la rata mensile è fissa per tutta la durata del prestito. Infine, la cessione del quinto INPS offre la possibilità di ottenere una somma di denaro piuttosto elevata, fino a 75.000 euro.

Come richiedere la cessione del quinto INPS?

Per richiedere la cessione del quinto INPS, è necessario presentare una serie di documenti, tra cui il documento di identità, il codice fiscale, l’ultimo cedolino della pensione o dello stipendio e un documento che attesti il domicilio. Inoltre, è necessario compilare un modulo di richiesta, che può essere scaricato dal sito dell’INPS o richiesto direttamente all’istituto di credito.

Una volta presentata la richiesta, l’istituto di credito effettuerà una serie di verifiche, per accertare la sostenibilità del prestito. Se la richiesta sarà accettata, il richiedente riceverà una comunicazione scritta, con l’indicazione della somma erogata, della durata del prestito e della rata mensile.

Conclusioni

La cessione del quinto INPS è un prodotto finanziario molto diffuso e apprezzato, che offre diverse garanzie e vantaggi. Tuttavia, come ogni forma di prestito, richiede un’attenta valutazione delle proprie esigenze e possibilità economiche. Prima di sottoscrivere un contratto, è quindi consigliabile informarsi bene e confrontare diverse offerte, per scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.

Leave a Reply