9 settembre 2016

Bios dei relatori alla XVIII Conferenza Internazionale Economia della Felicità

Questo è l'elenco dei relatori alla Conferenza Plenaria al teatro Politeama di Prato il 30 settembre 2018.

L'elenco è ancora provvisorio.  Rimanete collegati per ricevere gli ultimi aggiornamenti.


Relatori internazionali

 HELENA NORBERG-HODGE 

(presidente di Local Futures, autore del libro Ancient Futures  tradotto in 42 lingue  e  regista del film  L’Economia della Felicità- Right Livelihood award,  Goi Peace Award ). Pioniera del movimento della New Economy e vincitrice del Premio Nobel Alternativo e dei GOI Peace Prize, è la produttrice del pluri-premiato film “L’Economia della Felicità” e autrice di “Ispirarci al passato per progettare il futuro”, considerato ormai un classico tra le fonti d’ispirazione del movimento. Helena considerata  tra le 8  attiviste ambientali più importanti al mondo ed è anche la fondatrice e presidente di Local Futures (precedentemente ISEC) e dell’Alleanza Internazionale per la Localizzazione, e membro fondatore della Commissione Internazionale sul Futuro del Cibo e l’Agricoltura, del Forum Internazionale sulla Globalizzazione e della Rete Globale degli Ecovillaggi.

 

 SERGE LATOUCHE

E' il maggiore teorico internazionale della Decrescita felice e conviviale. Serge Latouche è professore Emerito di Scienze Economiche all’Università di Paris-Sud ed animatore della Revue du MAUSS (Movimento anti-utilitarista nelle scienze sociali). Dopo gli studi in scienze politiche, filosofia ed economia, si è specializzato nel settore delle relazioni culturali ed economiche tra il Sud e il Nord e in epistemologia delle scienze sociali. Ha denunciato l’economicismo, l’utilitarismo nelle scienze sociali, la società dei consumi e la nozione di sviluppo sostenibile.
Tra le sue opere, tradotte in italiano per Bollati Boringhieri: L’occidentalizzazione del mondo (1992), Il pianeta dei naufraghi (1993), La megamacchina (1995) Breve trattato sulla decrescita serena (2008), L’invenzione dell’economia (2010), Come si esce dalla società dei consumi. Corsi e percorsi della decrescita (2011), Per un’abbondanza frugale. Malintesi e controversie sulla decrescita (2012), La decrescita prima della decrescita. Precursori e compagni di strada (2016).  “Considerare il Pil come  metro di benessere non ha senso – sostiene Latouche – Esso  è funzionale solo a logica capitalista, l’ossessione della misura fa parte dell’economicizzazione. Il nostro obiettivo deve essere vivere bene, non avere di più”.

 

MANISH JAIN

(India ) coordinatore di Shikshantar: The Peoples’ Institute for Rethinking Education and Development, e co-fondatore di Swaraj University, dedicato a rigenerare la  cultura, l’economia e  l’ecologia locale. Autore di  vari libri  che riguardano  l’economia  del dono, la descolarizzazione, i concetti di comunità e gli strumenti per un  dialogo profondo tra culture. Tra i protagonisti del Film  Schooling the World.

 

 Keibo Oiwa  (Japan)
è un antropologo culturale, ambientalista e professore di studi internazionali all'Università Meiji Gakuin. È il fondatore del Sloth Club, il gruppo ambientalista giapponese leader della "Slow Life". I suoi libri comprendono Slow Is Beautiful e The Japan We Never Knew: A Journey of Discovery (co-autore di David Suzuki).

 

 George Ferguson  (UK)
Ex presidente del RIBA e primo ministro di Bristol (2012-2016). Ha assicurato a Bristol lo status di European Green Capital 2015, come membro fondatore di Rockfeller 100 Resilient Cities e come UNESCO Learning City. È stato recentemente nominato primo Ambasciatore Internazionale di Bristol.

 

 VANDANA SHIVA

Fisica quantistica, dirige Navdanya International ed  è considerata la teorica più nota dell’ ecologia sociale. La sua critica  riguarda i nuovi modelli di sfruttamento della globalizzazione perché modificano l'equilibrio dei cicli vitali della natura, e la  visione dell'Occidente che esalta il progresso misurando tutto in termini di profitto dimenticando le  comunità contadine del terzo mondo. Nel 1993 ha ricevuto il "Right livelihood award”o   Premio Nobel alternativo. Tra i  suoi libri: Sopravvivere allo sviluppo” (1988);  “Monoculture della mente”, “Biodiversità, biotecnologia e agricoltura scientifica” (2011);  “Biopirateria. Il saccheggio della natura e dei saperi locali” (2011), “Fare Pace con la terra” ( 2013).

 

 John Page
Ha prodotto e co-diretto il pluripremiato  film Ancient Futures, nonché i brevi documentari The Future of Progress e Local Futures. È co-autore di From the Ground Up: Rethink Industrial Agriculture. La sua serie di fotografie che ritraggono la diffusione della monocultura globale sono state utilizzate dalle ONG di tutto il mondo.

 Steven Gorelick
Autore di Small is Beautiful, Big is Subsidized, co-autore di Bringing the Food Economy Home e co-direttore dell’Economia della Felicità. I suoi scritti sono stati pubblicati nelle riviste The Ecologist e Resurgence. Insegna e tiene spesso conferenze sull’economia locale negli Stati Uniti. Gestisce una fattoria biologica con la moglie e i suoi due figli in Vermont.

 Anja Lyngbaek
Direttore associato di Local Futures e coordinatore di International Alliance for Localisation. Vive in Messico in una piccola fattoria con la famiglia. È co-fondatrice di Microcuenca del Rio Citlalapa - una ONG locale in Veracruz, che si occupa di sviluppo sostenibile delle comunità e di scuola primaria con simili i obiettivi.. Anja tiene conferenze, workshop e lezioni su molti argomenti legati al cibo e alla coltivazione, localizzazione e alle eco-tecnologie.

 Sean Keller
Media and Outreach Coordinator,ha lavorato con Local Futures fino al 2014 e da allora ha aiutato con eventi di sensibilizzazione,  social media e vari progetti di scrittura. Ha una laurea in Antropologia e Russo al Vassar College, durante la quale ha approfondito la linguistica e il linguaggio della diversità. Ha fatto volontariato per Timebank e per piccole fattorie nelle sue terre native, nel sud-est della Pennsylvania.

 Samantha Salmon
UK Ha lavorato con Local Futures dal 2014. Ha completato la sua laurea in Culture, Organization and Management all’Università di Amsterdam nel 2001 e gli studi in Management, Economics and Law all’Instituto for Business, Administration and Economics nel 1997. Ha  viaggiato in Asia dove ha fatto volontariato in un orfanotrofio in una scuola primaria in Nepal. Samantha ha fondato il Laxmi Support Foundation nel 2006 e da allora torna in Nepal per portare avanti i suoi progetti di volontariato. Vive con suo marito e le sue due figlie nel Devon, Inghilterra.

 

 

 

Relatori italiani

 Alessandro Zanotelli
Religioso e missionario italiano, fa parte della comunità missionaria dei Comboniani. È l'ispiratore e il fondatore di diversi movimenti italiani tesi a creare condizioni di pace e di giustizia solidale. Nel 2013 gli viene conferita la laurea honoris causa in Giurisprudenza presso l’Università di Bari. È direttore, sin dalle origini, della rivista non-violenta fondata da don Tonino Bello, Mosaico di Pace.

 

 ROSSANO ERCOLINI

Direttore del Centro di Ricerca Rifiuti Zero del Comune di Capannori (LU), si occupa attivamente di gestione dei rifiuti da 40 anni. “Quando sentìi parlare dei progetti di edificazione dell’inceneritore nel mio comune, ritenni di avere la responsabilità, come educatore, di proteggere il benessere degli studenti e di informare la comunità".
E’ presidente di Zero Waste Europe e Zero Waste Italy. Membro di diversi osservatori comunali “Verso Rifiuti Zero” e coordinatore dell’osservatorio del Comune di Capannori è tra i principali fondatori della Rete Nazionale Rifiuti Zero. È autore di numerosi articoli sulla strategia Rifiuti Zero e autore del libro “Non bruciamo il futuro” (2014) e coautore del libro "Rifiuti Zero: una rivoluzione in corso" (2012). Ha ricevuto nel 2013 a San Francisco il Goldman Environmental Prize (Nobel alternativo per l'ambiente) e nel 2015 il “Premio Nazionale Paolo Borsellino” per il suo impegno civile..

 

 Massimo Fini
è un giornalista, saggista e attivista italiano. È stato una delle firme più note de «L'Europeo» e de «Il Giorno»  e oggi  di «Il Fatto quotidiano». E ritenuto un profondo conoscitore dello scenario internazionale.Dal suo primo saggio, La Ragione aveva Torto?(1985)  assume una posizione critica verso alcune delle ideologie principali del mondo moderno, come l'industrialismo, l'ottimismo, l'attenzione spasmodica nei confronti della crescita economica . Tutta l'opera saggistica di Fini si fonda su una acuta  critica verso  la globalizzazione ed è stata  raccolta  recentemente  in  due volumi: La modernità di un antimoderno ( 2016)  Confesso  che ho vissuto. Esistenza inquieta  di un perdente di successo ( 2018) .

 

 Lucia  Mieli Manzolini
psicologa  clinica e attivista si  è formata all’Università di Londra e ha conseguito la laura  magistrale a  Bergamo.  Si batte  per  sviluppare   sia in campo  clinico individuale che sociale, la rivoluzione della   visione psicologica di Bowlby  e della scuola  inglese (Fairbain, Storr, Ainsworth) sulla base sicura e  l’attaccamento  affettivo. Ha scritto: L’uomo come soggetto relazionale(2017).

 

  MAURO BONAIUTI

Economista e docente all'Università di Torino. Tra i  promotori della Rete italiana di Economia Solidale RES e tra i fondatori dell'Associazione per la decrescita. Si è occupato in particolare di tematiche transdisciplinari tra economia ed ecologia. È considerato fra i più importanti studiosi di Nicholas Georgescu-Roegen, il fondatore della bioeconomia. È stato anche tra i primi ad introdurre in Italia la riflessione sulla decrescita. "From Bioeconomics to Degrowth", Routledge, 2011 e  "La grande transizione", Bollati Boringhieri, Torino 2013, e ha curato il volume su Georgescu-Roegen nella collana I Precursori della Decrescita ( 2017) .

 

 Patrizia Gentilini

Medico oncologo ed ematologo, membro dell’Associazione Medici per l’Ambiente (Isde Italia) e di Medicina Democratica. Si occupa di Prevenzione Primaria, che “non porta fama o denari, ma protegge ma protegge tanto il povero quanto il ricco” e che richiede che strumenti di conoscenza, indipendenti e scientificamente validi, vengano messi a diposizione dei cittadini. Ha collaborato con Vandana Shiva alla stesura del Manifesto su Cibo e Salute (2018).

 

 Gianluca Garetti
Medico  vicepresidente Medicina Democratica

 

 Pietro Bevilacqua
Docente di storia contemporanea all’Università di Roma, La Sapienza. Ha scritto di storia dell’Italia meridionale, storia dell’agricoltura e delle campagne, si è occupato di storia del territorio e dell’ambiente.. Collabora con il Manifesto. Tra le molte opere pubblicate ricordiamo L' utilità della storia. Il passato e gli altri mondi possibili( 2007) Miseria dello  sviluppo  (2008) Il  grande saccheggio. L'età del capitalismo distruttivo (2011). E’ Animatore della rivista Officina dei Saperi e collabora con Vandana  Shiva  alla redazione del Manifesto sul futuro della conoscenza e  Manifesto sul cibo e Salute.

 

 Roberto Mancini
Filosofo Professore ordinario di Filosofia Teoretica presso l’Università di Macerata e insegna Culture della sostenibilità presso l’Accademia di Architettura a Mendrisio. È stato membro del Direttivo dell’Università per la Pace delle Marche e responsabile della Scuola di Altra Economia. “La politica rinasce lì dove riemerge un “popolo” che sia disposto a battersi, nelle forme della democrazia e della nonviolenza, per una vita comune degna”. Ha pubblicato molti libri, tra cui Ripensare la sostenibilità. Le conseguenze economiche della democrazia, 2015 e  Trasformare l’economia. Fonti culturali, visione politica, modelli alternativi, 2014.

 Guido della Casa

Laureato in Energia Elettrotecnica, attualmente è uno degli esponenti di spicco dell’Ecologia Profonda. Fa parte del gruppo Ecologia ed Energia dell’ALDAI. E’ docente di Ecologia Interculturale presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Ecologia Profonda. Lineamenti per una nuova visione del mondo (1996-2011), Guida alla sopravvivenza (2010) e Ambiente: Codice Rosso (2011).

 Gioacchino Pagliaro
Psicologo e psicoterapeuta, è Direttore dell’UOC di Psicologia Clinica Ospedaliera dell’AUSL di Bologna. Nel 2010 con medici, psicologi, biologi e fisici che operano in Italia, Europa e USA ha fondato l’Associazione Internazionale di Ricerca sull’Entanglement in Medicina e Psicologia (AIREMP) di cui è stato nominato Vice-Pres-idente.Nello stesso anno è nominato componente dell’Osservatorio Regionale sulle Medicine non Convenzionali della regione Emilia Romagna. Attualmente  e Presidente dell’associazione  Attivismo quantico Europeo e si  opera per il superamente della divisione  mente-corpo. Tra i suoi  libri: Il tao della Salute e  Mente, Meditazione, e benessere e scrive per la rivista  Scienza  e Conoscenza