XVIII° edizione International Economics of Happiness Conference 2018

Dopo il grandissimo successo dell’edizione italiana del 2016, e le successive conferenze in Korea, New Mexico, Usa, in Ohio,Vermont e Washingtom, e il World Forum in Giappone, la Conferenza Economia della Felicità torna in Italia con una “due giorni” di incontri, conferenze e raduni con partecipanti di livello internazionale.



La prima giornata -sabato 29 settembre 2018- sarà imperniata sullo svolgimento di 7 workshops ( 3 la mattina e 4 nel pomeriggio) presieduti da personalità di spicco su varie tematiche legate a ripensare e riformulare l’economia mettendo l’ambiente, la dignità e la salute umana al centro. Il numero di posti per la partecipazione ai workshop è limitato a 200.

La domenica 30 settembre 2018 si aprirà un convegno in plenaria aperto al pubblico . Per la plenaria si prevedono oltre 1000 persone con attivisti, pensatori, gruppi e organizzazioni dai più svariati ambiti per uno scambio inter-settoriale e internazionale.
Per la partecipazione alla conferenza plenaria è gradita una donazione a sostegno dell'evento che garantisce un posto a sedere.


Il numero di posti per la partecipazione ai workshop è limitato a 200. Prenotati al workshop.
La partecipazione alla conferenza plenaria è libera ma è gradita una donazione a sostegno dell'evento (vedi le varie formule) avrai così riservato anche un posto a sedere.

E' comunque possibile accedere alla conferenza anche senza prenotazione presentandosi direttamente al teatro Politeama Pratese.

Lo scopo principe dell’evento è quello di ri-pensare l’economia, allontanandosi dal modello di crescita globale condotto dalle multinazionali, a favore di un nuovo modello economico in cui siano centrali la persona e l’ambiente.

Per incontrare l’ Economia di Felicità locale, in concomitanza alla Plenaria si terrà domenica 30 settembre il “Mercatino della Felicità”, Fierucola delle Bigonge di Prato insieme dei banchi della rete mercati contadini dell’area fiorentina in Piazza Buonamici, Piazza Santa Maria al Castello e Piazza Sant'Antonino

Programma:

Argomenti dei workshops di preparazione

Il giorno precedente alla conferenza in plenaria saranno svolti 7 workshops (in contemporanea 3 al mattino e 4 al pomeriggio sempre in contemporanea):

Mattino ore 10:

  1. Ripensare la globalizzazione e la direzione del progresso
    Cos’è la globalizzazione? Sovvenzioni alle multinazionali… quale benessere? Helena Norberg-Hodge – Keibo Oiwa – Piero Bevilacqua – Serge Latouche
    durata 2h30″ max 70 pax

  2. Felicità e salute : la rivoluzione degli affetti e delle relazioni
    La salute e la qualità delle relazioni (con le persone e le cose): quali legami? Lucia Mieli – Gioacchino Pagliaro – Gianluca Garetti- Patrizia Gentilini – Gloria Germani
    durata 2h30” max 40 pax

  3. Felicità e Localizzazione: terra e agricoltura biologica
    I molteplici benefici del km zero: comunità, salute e natura. George Fergusson – Alberto Bencistà – Anja Lyngbaek – Mimmo Tringale – Yamada – Daniele Cecchi – Carlo Triarico
    durata 2h30” max 60 pax

    Pranzo vegetariano a buffet.

    Pomeriggio ore 15,30:

  4. Decolonizzare l’immaginario dell’ economia
    Il peccato originale dell’economia: come uscire dalla società dei consumi, verso l’abbondanza frugale. Serge Latouche – Mauro Bonaiuti – Luca Madiai – Gianluca Ferrara
    durata 2h30″ max 70 pax

  5. Ripensare Cultura e Educazione. Dove stiamo andando?
    Appello contro la deriva della scuola della competizione: come educare alla felicità e alla decrescita. Manish Jain – Pietro Bevilacqua – Guido Dalla Casa – Henry Coleman – Nicholas Bawtree
    durata 2h30″ max 40 pax

  6. Felicità, benessere e consapevolezza
    I limiti del consumismo, la felicità come sentimento di interconnessione, consapevolezza e meditazione. Lucia Mieli – Helena Norberg-Hodge – Gianluca Garetti – Guidalberto Bormolini
    durata 2h30″ max 60 pax

  7. Media e fabbrica del Pensiero Unico
    Informazione o manipolazione? Il ruolo del media. Massimo Fini – Daniel Tarozzi – Claudia Benatti
    durata 2h30″ max 60 pax

Welcome coffe a cura di Probios.

Al termine per gli accreditati: cena conviviale con intrattenimento teatrale e musicale (Band Folk-ironica “Duova” e “Sinedades” un gruppo giovanissimo che suona melodie sudamericane)



Obiettivi della Conferenza plenaria Economia della Felicità

Qui l’elenco dei relatori.
L’obiettivo principale della conferenza e delle giornate di lavoro “L’Economia della Felicità” è di aumentare la consapevolezza riguardo alle verità nascoste dell’economia globale. Si vuole incoraggiare lo sviluppo di nuovi approcci d’insieme rispetto all’attuale crisi ecologica, sociale ed economica.

Programma della conferenza:

  • 9.15 Opening Remarks:
    Matteo Biffoni Sindaco di Prato
    Simone Siliani direttore Fondazione Finanza Etica
    Nicholas Bawtree direttore Terra Nuova
    Helena Norberg-Hodge presidente Local Futures

  • Sessione 9,45- 13,30
    modera Mauro Bonaiuti Associazione della Decrescita e Gloria Germani

    Kiebo Oiwa & Yamada (Giappone – antropologo ed ex Ministro dell’Agricoltura): Passare dal Globale al Locale in Giappone.

    Massimo Fini (giornalista, scrittore e saggista): Il Vero valore della vita: Il tempo.

    Pietro Bevilacqua (storico e saggista): Dal Grande saccheggio della natura, alle mani sui bambini.

    Giulietto Chiesa (giornalista e scrittore): Economia e guerra: il ruolo dei Media.

    Vandana Shiva (attivista e ambientalista): (in video) La globalizzazione determina il cambiamento climatico e distrugge la biodiversità.

    Serge Latouche (economista e filosofo) Lectio Magistralis: Decolonizzazione dell’immaginario: un altro mondo è possibile.

  • Intervallo pranzo (*)

  • Sessione 15,00- 19,30
    Moderano: Daniel Tarozzi l’Italia che cambia e Renato Briganti Mani Tese

    George Ferguson (Inghilterra – ex Sindaco di Bristol): Risorgimento del Locale: da Bristol lezioni per rivitalizzare l’economia locale.

    Rossano Ercolini (Presidente Zero Waste Europe): Rifiuti Zero: il successo delle politiche di condivisione e dei movimenti dal basso.

    Helena Norberg-Hodge (Inghilterra-Stati Uniti – Founder e director di Local Futures): Lectio Magistralis: Fermare le leggi a vantaggio delle multinazionali e riportare il potere alle comunità.

    Manish Jain (India – Founder-coordinator di Shikshantar Andolan, membro di UNESCO’s Learning Without Frontiers): Disimparare l’educazione.

  • Ore 17,00 Coffee break con biscottini offerti da Scapigliati e Lorenzo dei Medici.
  • Ore 17,15 ripresa lavori :

    Luigi Gallo (Politico, docente, presidente Commissione Cultura): L’Educazione Diffusa Salverà il mondo.

    Patrizia Gentilini (Medico oncologo ed ematologa, membro di ISDE – Associazione Medici per l’Ambiente): Scienza asservita all’economia? Testimonianze di un medico in prima linea.

    Guido Dalla Casa (ingegnere, membro del Gruppo Ecologia ed Energia dell’ALDAI): Ecologia Profonda: dall’errore antropocentrico ad una nuova visione del mondo.

    Guidalberto Bormolini (monaco, meditatore e tanatologo): Laudato sii, l’impegno di Papa Francesco per la decrescita.

  • In coda, domande e discussione con il pubblico.


(*) Il pranzo del 30/9 sarà fruibile presso il “Mercatino della Felicità” situato nelle piazze adiacenti al teatro.
N.B. è gradito l’uso del “Transition Kit” (piatti, bicchieri, posate personali non usa e getta).
E’ bandita la plastica!


Sarà disponibile dotarsi di Transition Kit sul posto con un piccolo contributo a sostegno della conferenza (anche parzialmente rimborsabile a titolo di cauzione)

Il Progetto

Il progetto "Economia della Felicità" è un progetto internazionale
Obiettivi

Il libro di Helena Norberg Hodge “Ancient Futures” è stato tradotto in 42 lingue.

Il Film Economia della Felicità è stato editato in 25 lingue ed è considerato uno dei più importanti “Film for Action” al mondo.

Economia Della Felicità è diventato un progetto di mobilitazione mondiale.

L’ associazione Local F utures crede che le società moderne abbiano preso un indirizzo fondamentalmente sbagliato: i politici, gli scienziati economisti e gli uomini d'affari ci hanno spinto verso la crescita del PIL, ignorando la distruzione ecologica e la povertà spirituale che sono il prezzo del consumismo sfrenato, della velocità crescente, e dalla globalizzazione sempre più massiccia.

Crediamo che sia necessario un paradigma radicalmente diverso. Piuttosto che tentare di risolvere ogni problema con la "crescita economica", dobbiamo concentrarci invece sul soddisfare quelli che sono i bisogni umani ed ecologici REALI attraverso il risveglio dei nostri legami profondi con le comunità e con la natura - attraverso una "economia della felicità".

La struttura stessa dell’attuale economia globale causa instabilità, senso di scarsità (indotta e artificiale) e competizione, squarciando il tessuto di comunità e producendo distruzione ecologica su scala massiccia. Collasso finanziario, scandali bancari, debiti enormi, surriscaldamento globale, crisi del petrolio, livelli di disoccupazione in aumento, crescita dei livelli di alienazione personale, tutti questi sono segni della disfunzionalità dell’attuale modello basato sulla egemonia del lato economico e sul mito della crescita globale.

Tuttavia un crescente numero di persone, tra cui ecologisti, filosofi, economisti, attivisti, stanno guardando verso un nuovo modello.

Stiamo lavorando per questo.

  • INDICI ECONOMICO-SOCIALI DELLA CIVILTA' DEI CONSUMI

    Disuguaglianza sociale: solo l'1% della popolazione mondiale più ricca possiede più del rimanente 99% della popolazione (rapporto Oxfam sulla disuguaglianza 2018).

  • Deforestazione: tra il 2000 ed il 2010 la perdita netta mondiale di foreste è stata di 5,2 milioni di ettari all'anno. Dal 2000 il mondo ha perso il 7,2% delle proprie foreste vergini. Ad oggi l'Europa ha perso il 50% delle sue foreste silvestri (rapporto FAO 2010).

  • Infelicità e depressione: +12% è l'aumento dei suicidi fra i lavoratori per un totale di circa 12 suicidi ogni 100 mila abitanti (media mondiale da wikipedia).

  • Crescita economica e disoccupazione: +20% di crescita media del PIL mondiale negli ultimi 20 anni, mentre abbiamo un -20% come perdita di occupazione giovanile (il Sole 24 Ore, 2016)

XVIII Conferenza Economia della Felicità

Luogo dei workshop giornata 29/9

Villa San Leonardo al Palco

Directions

In auto, 10/15 minuti dall’uscita dell’autostrada di Prato Est , circa 5 minuti dalla stazione Porta al Serraglio di Prato e 8/10 minuti da quella di Prato Centrale.

In treno, stazione di Prato Centrale, poi 10 minuti a piedi.

In autobus, CAP  linea 11 direzione Castellina, fermata san Bernardino (5/10 minuti di bus, ferma a 400 m dalla Villa, ci sono circa 200 m leggermente in salita fino al primo cancellino di legno).

In taxi sono circa 8/10 minuti (ca 8 dalla stazione di Prato Centrale)

La struttura è dotata di un ampio parcheggio interno e di ascensore che dal parcheggio arriva a tutti i piani.

Teatro Politeama Pratese

La Conferenza plenaria si terrà qui

Testimonials delle precedenti conferenze

dicono di noi...

Partner & Sponsors

Promotori


 

Local Futures International
Local Futures International
Sponsor organizzatore
Mani Tese Firenze onlus
Mani Tese Firenze onlus
co-organizzatore

Sponsors


 

Banca Etica
Banca Etica
La banca a misura d’uomo
Comune di Prato
Comune di Prato
Evento patrocinato dal Comune di Prato
PROBIOS spa
PROBIOS spa
organic food coffee break sponsor
Biscotti Scapigliati
Biscotti Scapigliati
event snacks & coffee break
Lorenzo de’ Medici
Lorenzo de’ Medici
The Italian International Institute

Media Partners


 

Terra Nuova Edizioni
Terra Nuova Edizioni
Media Partner dell’Evento
Italia che Cambia
Italia che Cambia
stage support
MacroLibrarsi
MacroLibrarsi
event & books editor
eccoilsito.it
eccoilsito.it
web & e-communication agency
IL TUO SITO A PENNELLO
cooperativa EKOE
cooperativa EKOE
Piatti e stoviglie compostabili

contatto

scrivi un messaggio coni tuoi suggerimenti per la nuova conferenza 2018
Facebook
YouTube
Instagram
wordpress nulled | wp themes nulled | wordpress nulled download plugins